socioeco.org
Site ressources de l’économie sociale et solidaire

Consumare in modo diverso

articolo di Comune.info, 15 dicembre 2017

Paolo Cacciari, décembre 2017

Lire l’article complet sur : comune-info.net

Résumé :

Quelli che sono in alto sono stati piuttosto bravi: hanno inventato la rigida divisione tra consumatori e produttori e, attraverso il rapporto di lavoro salariato, hanno favorito la deresponsabilizzazione (alienazione) del produttore: pane o cannoni, fa lo stesso. Non contenti, hanno poi favorito l’ideologia illusoria del consumatore sovrano: il mantra è noto: “nel mercato libero sono i consumatori finali ad avere l’ultima parola”. Tuttavia, in questo campo minato e complesso, secondo Paolo Cacciari resta necessario e possibile aggredire l’Idra dalle mille teste anche dal lato del consumo, “usando i margini di potere di scelta che sono nelle mani del consumatore consapevole e responsabile”. Si tratta, ad esempio, di riunire il più possibile l’azione del produttore e quella del consumatore (è la strada dei Gruppi di acquisto solidale, degli orti sociali, delle ciclofficine, delle banche del tempo…) e di creare la società beni comuni, come insegnano sempre più movimenti popolari in tutto il mondo