socioeco.org
Site ressources de l’économie sociale et solidaire

Distretto di Economia Solidale della Brianza

desbri.org/

Il Distretto di Economia Solidale della Brianza è ad oggi ancora in fase di costituzione, sebbene già svolga numerose attività concrete sui territori. Il Gruppo Motore per un Des in Brianza nasce a Villasanta nel novembre 2004 grazie all’Associazione « La Mondolfiera » di Villasanta e al Nodo della Rete di Lilliput Monza e dintorni. In quegli anni si costituisce la rete dei Gas della Brianza, con finalità di aiuto reciproco, sviluppo e promozione del Des. Vengono anche intessute relazioni con le Botteghe del Commercio Equo, il Coordinamento delle Banche del Tempo della Brianza, i Consorzi di Cooperative Sociali “Comunità Brianza” e “CS&L”. Anche i Comuni di Mezzago e Villasanta, in un incontro pubblico con i produttori locali esprimono l’intenzione di sostenere i processi di Economia Solidale locale ed in particolare il percorso di costituzione del DES Brianza.

 

Nel 2006 il Gruppo Motore (tramite la Mondolfiera) aderisce al progetto Equal che intende monitorare, sostenere ed attrezzare le prime esperienze di Reti di Economia Solidale nel territorio lombardo. Nello stesso anno si decide di dare spazio ad alcuni progetti concreti e sperimentali, uno riferito ad una condivisione solidale di banda telefonica ed uno di “filiera locale” del pane. Anche a seguito di questi progetti, nasce l’esigenza di dare maggiore consistenza formale al percorso verso il DES Brianza con la costituzione di un Comitato che accompagni l’ultimo miglio per la nascita del DES Brianza. Il 20 dicembre 2006 a Monza si costituisce il Comitato in forma di associazione di promozione sociale. Aderiscono negli anni all’Associazione altre cooperative, persone fisiche, associazioni e Gas. Nascono diversi gruppi di lavoro che vanno dal turismo responsabile alle energie rinnovabili, dal co-housing alla sovranità alimentare. In particolare il progetto “Spiga e Madia” che sviluppa la filiera corta partendo dalla semina dei campi brianzoli alla produzione di pane biologico, diventa un progetto pilota di rilevanza nazionale ed europea.