socioeco.org
Sito di risorse documentarie sull’economia sociale e solidale

Comunità virtuale e comunicazione sociale. La rete nazionale di collegamento dei GAS

Tesi di Laurea.Università degli studi di Udine. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere.

Martina Brocchetto, 2007

Scaricare PDF (3,6 MiB)

Compendio :

La tesi è suddivisa in tre parti, che corrispondono ai tre diversi capitoli.

Il primo capitolo è un approfondimento sulle comunità virtuali, in particolare i punti su cui mi sono soffermata sono: la definizione, dove oltre ad una riflessione sul significato specifico della parola ho inserito le peculiarità di una community, i vari ambienti comunicativi e alcune classificazioni; la storia e quindi la sua evoluzione, per capire le origini e lo sviluppo;

Il secondo capitolo è dedicato alle nuove modalità di comunicare offerte dalla rete. In primo luogo le nuove opportunità per i professionisti di relazioni pubbliche, argomento che ho voluto affrontare in quanto strettamente legato al campo di studi da me affrontato negli ultimi anni e anche perchè questo tipo di comunicazione rappresenta il futuro delle relazioni pubbliche, seppur sicuramente con ulteriori evoluzioni. In particolare queste nuove opportunità, che favoriscono il lavoro dei professionisti di relazioni pubbliche, permettono di raggiungere più persone contemporaneamente e più rapidamente, di rendere gli utenti attivi nella selezione delle informazioni che a loro interessano e quindi di avere più interazione e partecipazione da parte della clientela; esse permettono di sviluppare e mantenere delle relazioni bidirezionali e simmetriche, prima impossibili da creare.

Il terzo e ultimo capitolo si concentra sulla comunicazione sociale delle organizzazioni non profit e può essere suddivisa a sua volta in due parti.

Nella prima parte ho cercato di dare una definizione alla comunicazione sociale, nonostante l’impresa risulti ancora oggi piuttosto ardua e ho approfondito le caratteristiche e gli obiettivi delle organizzazioni non profit sottolineando la loro incapacità e inesperienza nel comunicare, la necessità di un aiuto da parte dei professionisti della comunicazione e la possibilità che il marketing sociale risulti una risorsa rilevante per il mondo del non profit.

La seconda parte invece prende in esame un caso particolare e cioè quello della rete nazionale dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidale – www.retegas.org).

Fonti :

Gruppi di Acquisto Solidale retegas.org